HT User Image

Marco Simoni

HT User Info

Marco Simoni

Presidente Fondazione

email: presidenza@htechnopole.it

 

Adjuct Professor at the Luiss Business School, since May 2018 he has been President of the Human Technopole Foundation, a project he has been following since the pre-Expo Milano 2015, before as coordinator of the working tables aimed at defining the designation of the area at the end of the universal exposition, then as member of the Coordination Committee (2016-2018).

After the Master degree in Political Science in 2000, he obtained his PhD in Political Economy at the London School of Economics and Political Science, where he started teaching in 2007 and became Associate Professor in 2013.

From 2014 to 2018, he was the main economic advisor to the Prime Minister on topics of international economic relations, trade, FDI and industrial policy. He was in charge of dealing with business and industrial partners to develop international projects and, on behalf of the Prime Minister, he has followed political and legislative dossiers, coordinating relevant ministries and public agencies.

Thanks to his research experience at the International Labor Organization (United Nations) in Geneva at the beginning of the 2000s, he became expert on comparative capitalism. His works have been published by leading international journals and he is the author of " Without alibi, because Italian capitalism no longer grows "on the cause for the crisis of the Italian capitalism after the 1990s.

 

___________

 

Adjunct Professor alla Business School della Luiss, da maggio 2018 è presidente della Fondazione Human Technopole, progetto che ha seguito sin dalle fasi precedenti ad Expo 2015 coordinando i tavoli di lavoro per la definizione della destinazione futura degli spazi in cui avrebbe avuto luogo la manifestazione universale e poi, dal 2016, come membro del Comitato di coordinamento per la realizzazione del progetto Human Technopole.

Dopo essersi laureato in Scienze politiche nel 2000, ha conseguito un dottorato di ricerca in economia politica alla London School of Economics and Political Science, dove ha insegnato dal 2007 fino a diventare professore associato nel 2013.

Dal 2014 al 2018 è stato il principale consigliere sugli affari economici internazionali dei presidenti del consiglio Matteo Renzi e Paolo Gentiloni. Con questo incarico si è occupato delle relazioni con il mondo delle imprese e dell’industria per lo sviluppo di progetti internazionali e ha seguito per conto del Presidente del Consiglio dossier politici e legislativi, coordinando a tal fine i ministeri rilevanti e le agenzie pubbliche.

E' un esperto di capitalismo comparato a partire dalla sua esperienza come ricercatore presso l’Organizzazione internazionale del lavoro (Nazioni Unite) a Ginevra all’inizio degli anni 2000. I suoi lavori sono stati pubblicati da importanti riviste internazionali ed è autore del libro "Senza alibi. Perché il capitalismo italiano non cresce più" sulle cause della crisi del capitalismo italiano dopo gli anni ’90.